Bimestrale di cultura, politica e umanità varia di Valpolcevera e Vallescrivia
Skip Navigation Links
Home
Chi siamo
Archivio
Numeri
L'irriverente
Contatti
Link
Numero 71 di Qui e non solo dintorni
articolo di redazione, postato il 26 Febbraio 2017
Puntale giunge in edicola come da tradizione nelle ultime ore di febbraio, il primo numero 2017 di Qui e Non Solo Dintorni. Lo fa con innumerevoli novità grafiche, premesse di un imminente ringiovanimento del sito internet. Tuttavia, i cambiamenti andranno pure oltre con la garanzia fondamentale che non muteranno la passione e il modo di raccontare Scrivia e Polcevera. Un numero che guarda già alla primavera inoltrata, almeno in copertina: la visita del Papa è evento che riporterà l’entroterra genovese nel mondo. Non meno importanti le questioni attuali legate a sanità, rifiuti e in chiave positiva pure alla scienza. La scommessa nata a Morego oltre un decennio fa, nel frattempo, è progredita. Nel silenzio di chi fa cose senza vendere fumo rilancia oggi la propria azione con investimenti e nuovi posti di lavoro. Già, l’occupazione. Nota drammatica ed emergenza reale di due vallate ormai da troppo tempo con giovani e over 50 sull’orlo della rassegnazione. Quella, la vera priorità di chi pensa a una candidatura verso palazzo Tursi e più in piccolo pure con mire rivolte al parlamentino di vallata o al municipio di Ceranesi: tre test elettorali delle prossime settimane.       
L'editoriale
articolo di Gilberto Volpara, postato il 26 Febbraio 2017
Rinnovare senza stravolgere. È la filosofia che ha guidato la nuova grafica firmata da Alberto Pascucci. Un Qui più moderno con caratteri chiari per agevolare la lettura. Al tempo stesso, priorità allo stile e ai contenuti che storicamente caratterizzano la rivista. Tutto con i colori di una legenda cromatica confermata: ciascun colore della Q, che compare accanto agli articoli interni, corrisponde a un argomento come indicato in fondo a questa pagina. Presto arriveranno altre novità, ma intanto ecco le regole base di un’informazione valligiana che per il dodicesimo anno consecutivo mantiene invariato il prezzo di copertina grazie anche alla fiducia dimostrata dai lettori. Scelta impossibile da mantenere in eterno, ma già oggi da record. Il presente di valle? Guarda in alto e aspetta la benedizione del Papa. Più sotto problemi possibilmente accentuati negli ultimi due mesi: accoglienza migranti, politiche e tasse sui rifiuti, povertà delle casse comunali rappresentano solo alcune criticità di Scrivia e Polcevera. Le speranze di fine inverno fanno rima con scienziati di valle, giovani musicisti e qualche bella oste biglietto da visita dei paesi che non hanno finito proprio terminato tutti i sorrisi. Buona lettura, serena Pasqua e appuntamento a fine aprile. Tranquilli, non saranno soltanto notizie di elezioni.
Stop Villa Scassi: casi meno gravi a Busalla
articolo di redazione, postato il 26 Febbraio 2017
Anima e corpo sono già rivolte all’avvio dell’automedica. Il presidente della Croce Verde di Busalla non ha dubbi: “Servizio al via il 2 maggio con stazionamento del mezzo all’ex ospedale Frugone dal lunedì al venerdì, durante il fine settimana a Bolzaneto. Presa in carico di tutti i servizi non gravi che limiteranno gli accessi al pronto soccorso di Sampierdarena”. Un lavoro di squadra e raccontato nel dettaglio da Qui. Il numero uno della Verde, Giuseppe Coniglio, assieme al resto del consiglio ha avviato le pratiche per l’acquisto di due mezzi: “Ringraziamo un’azienda busallese attiva nel campo delle spedizioni che ha donato 37 mila euro perché venisse acquistata la macchina. Un importo simile l’abbiamo totalizzato grazie ad altre realtà imprenditoriali. Un riconoscimento della serietà dimostrata. Aggiungiamo anche un pulmino per disabili intitolato alla memoria del socio Enrico Pigoni”. Tuttavia, Giuseppe Coniglio non rallenta. Anzi rilancia: “Prossimo progetto, la copertura della terrazza sociale. Purtroppo non in muratura per la bocciatura del Comune”. Al tempo stesso, il presidente non dimentica le questioni sollevate sul precedente numero: “Resta grande amarezza per il comportamento della Croce Bianca Genovese sul tema dei migranti. Fanno accoglienza a Busalla senza un minimo coinvolgimento della nostra realtà. Inaccettabile”. Ma la proposta di primavera guarda ancora all’emergenza: “Unificare tutta la Vallescrivia in unico polo. Busalla garantisce presenze ormai costanti, non così le altre Croci. L’unione darebbe maggiore forza”.
L’ultimo sogno di Bigotti: “Monica Bellucci in valle”
articolo di redazione, postato il 26 Febbraio 2017
Era rimasto silente per lungo tempo. La nuova provocazione, mediatica e popolare, giunge a fine inverno quando va in scena il risveglio della natura. Il proposito profuma già di tormentone estivo perché su quel fronte Antonio Bigotti non conosce limiti all’estrosità e l’apparente visione impercorribile potrebbe pure diventare realtà. E se così non fosse, come in passato, l’idea fa comunque parlare del borgo d’alta Vallescrivia. Con Antonio Bigotti devi partire dal fondo. Infatti, il sindaco di Savignone regala la notizia all’ultima domanda dell’intervista: il sogno da qui a fine mandato? “Tanti. Quello fuori misura è portare Monica Bellucci a Savignone. Un’icona dell’italianità nel mondo, una straordinaria attrice e ovviamente una bellissima donna ancor più oggi quando le sue primavere sono oltre cinquanta”. Il piano? “Top secret. È solo un sogno”. Tremendamente concreta, invece, risulta la situazione economica dei piccoli comuni. Su quel fronte, il primo cittadino è ancora più diretto: “Confermo, durante questi mesi ho pensato all’eventualità di lasciare il Comune. Sono molto amareggiato per i modi in cui vengono trattate le realtà più piccole. Ritengo quasi che l’amico Antonello Barbieri con i suoi progetti di fusioni tra comuni meriti maggiore attenzione. Solo Anci Liguria resta al fianco dei sindaci”. Ammette che le sirene genovesi lo abbiano contattato per l’imminente campagna elettorale. Chiude ogni discorso: “Prima che giunga il momento del ritiro simile a quello di Cincinnato vanno completati interventi fondamentali per Savignone anche se non appariscenti. Mi piacciono le cose invisibili”. Il motto farebbe invidia a Gigi Marzullo: “Non serve dire le cose fatte, ma fare ancora le cose che servono”.
La mia prova costume? “Corsa e buona tavola”
articolo di redazione, postato il 26 Febbraio 2017
Alcuni sostengono che abbia già superato le 40 primavere. Altri negano in maniera tassativa esponendo le fotografie. Tra le prove della seconda tesi anche le immagini dell’ultima estate: scatti che non saranno differenti dalla prossima stagione. “Ma alla prova costume non puoi pensarci a giugno. Io? Non ci rifletto mai e faccio le stesse cose per 12 mesi”. Parole di Sonia Zuccarino da Vobbietta, ristoratrice di successo e soprattutto atleta: “Mi rimproverano che non so perdere. Diciamo che sono infastidita di non vincere, anche quando gioco con le mie bimbe”. Donna adrenalina unisce pallone, bici e corsa in un unico amore verso lo sport e la forma fisica: “D’estate pure il calcio anormale di Mignanego”. Se la campionessa mondiale di sci Lindsey Vonn ambisce a un confronto con gli uomini, per Sonia Zuccarino, la gara contro i maschi è normalità. Si intende con vittoria annessa, ovvio. Le indiscrezioni aggiungono pure che i derby inizino in casa con il marito Fabrizio Bertero e il cognato Luca Ledda, storici pilastri del calcio dilettantistico valligiano”. Pochi discorsi e tanta sostanza, ecco la formula di mamma Sonia verso la prima uscita in due pezzi. Tuttavia, la sorpresa a Isola del Cantone è un’altra. Già perché dall’album di famiglia spunta pure una copertina di Qui targata maggio 2006 quando l’oste di Vallescrivia posava in spiaggia. Tra i clienti del locale ai piedi del Castello della Pietra commento unanime: “Da ieri a oggi non c’è differenza, anzi. Corse e pedalate possono aspettare, il vero elisir di giovinezza deve essere la tavola di Vobbietta. Noi iniziamo da quella”.
Ultimo aggiornamento in data 26 Febbraio 2017
Il logo di Qui e non solo e la stampa del giornale sono a cura di Ditta Giuseppe Lang Arti Grafiche s.r.l.
© 2008-2011. Qui e non solo dintorni è diretto da Gilberto Volpara | Tutti i diritti riservati | PI 01552390997